I chihuahua che terrorizzano l’America

Accade in una cittadina in cui i cani hanno preso il potere

    di Lidia Girardi

I chihuahua nell’immaginario comune non sono certo i cani più aggressivi del mondo. Ma la storia di questa cittadina americana potrebbe farci ricredere. A Maryvale, in Arizona, un gruppetto di piccoli quanto terribili chihuahua sta terrorizzando la città.

 

Spesso aggressivi soprattutto con i bambini, questi animali stanno turbando il sonno di molte famiglie con i loro latrati notturni e le risse tra di loro. La stirpe dei “cattivi cagnolini” è, inoltre, destinata a crescere: molti di loro, infatti, non sono sterilizzati e accoppiandosi, rendono sempre più numeroso il clan.

 

Si è cercato in diversi modi, da parte dell’amministrazione locale di risolvere il problema che però, è molto più complesso di quanto si pensi: non è così semplice catturare questi randagi proprio per la loro aggressività anche da parte di esperti operatori del settore.

 

La ragione della loro presenza sta nel fatto che molte famiglie hanno lasciato Maryvale e hanno pensato bene di lasciare lì anche i loro cani che, sentendosi abbandonati, sono diventati aggressivi. La ricerca di cibo, ovviamente, li ha spinti ad un’agguerrita lotta a cui non erano, evidentemente, abituati e questo ha modificato il loro comportamento iniziale pacato e pacifico.





Back to Top