San Carlo in modalita' streaming

Al Massimo napoletano lo show continua online. Gli spettacoli in programma

    di Flora Fiume

The show must go on! In un periodo così deprimente, in cui teatri, cinema e musei sono irrimediabilmente chiusi per disposizione legislativa, sembra la frase detta da qualcuno che vuole prendere in giro il mondo della cultura, eppure c’è chi ancora la ritiene realisticamente applicabile. E per fortuna, verrebbe da dire! È il caso del Teatro San Carlo di Napoli. Chiuso fino a dicembre (per ora) non smetterà di essere il tempio della musica. E in un modo o nell’altro sono tutti invitati ad ascoltare. Rispettando tutte le normative in termini di sicurezza sul lavoro (distanza adeguata e dispositivi di protezione per gli artisti) durante il mese di novembre saranno eseguiti dal vivo 5 spettacoli in diretta streaming. Si tratta di una programmazione immaginata proprio per l’occasione, che rientra in un più ampio progetto nazionale, “Aperti nonostante tutto”.

Un’iniziativa che vede la partecipazione di tutte le Fondazioni liriche italiane che potranno trasmettere le loro dirette anche sulla piattaforma messa a disposizione dell’Anfols, l’Associazione delle Fondazioni lirico-sinfoniche italiane, da parte dell’Ansa. Per quanto riguarda il Teatro San Carlo, i primi due spettacoli già sono stati realizzati e andati in onda. La scorsa domenica, alle 21 Juraj Valčuha ha diretto l’Orchestra del San Carlo in un programma interamente dedicato a Ludwig van Beethoven, in occasione delle celebrazioni per i 250 anni dalla nascita del compositore.  In particolare, sono state suonate la Sinfonia n.1 in do maggiore op.21 e la Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore, op. 60. Lo stesso direttore Juraj Valčuha ha diretto anche ieri, 12 novembre, l’Orchestra del San Carlo nella versione per orchestra del Notturno n.1, 70 di Giuseppe Martucci e nella Sinfonia n.6 insi minore op.74 “Patetica” di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il prossimo spettacolo sarà di danza: domenica 15 novembre alle 21, si potrà assistere al balletto del San Carlo con Le Quattro Stagioni, realizzato sulle celeberrime musiche di Antonio Vivaldi e coreografate da Giuseppe Picone, Direttore del Corpo di Ballo del Teatro lirico partenopeo fino al prossimo 31 marzo.

Si proseguirà poi il 18 novembre alle 21.30 con il Coro del Teatro, diretto da Gea Garatti Ansini. Il coro eseguirà La petite messe solennelle di Gioacchino Rossini nella versione per soli, cori, due pianoforti e armonium. La quinta e ultima diretta streaming è prevista per il 22 novembre: alle 21.30 si potrà ascoltare il quartetto di archi composto da Cecilia Laca, Luigi Buonomo, Antonio Bossone e Luca Signorini che eseguirà il Quartetto per archi n. 8 in do minore, op. 110 di Dmitrij Šostakovič e il Quartetto per archi n.4 in do minore, op. 18 di Ludwig van Beethoven. Anche quest’ultimo come gli altri sarà trasmesso in diretta dal palcoscenico del teatro d’opera più antico del mondo: chiunque ne potrà godere stando comodamente seduto nel proprio salotto, attraverso la web tv e sui canali social del teatro, facebook, youtube e l’area di comunicazione del sito web ufficiale.





Back to Top