Figurine Panini

Storia del calcio ??49X65 mm?

    di Antonello Marcelli

Chi non conosce le figurine Panini? O chi non ha mai sentito parlare della introvabile figurina di Pizzaballa? O chi di noi non ha mai acquistato una delle mitiche bustine di figurine? Eppure dietro quello strappo di bustina, che ti faceva e fa trattenere il respiro con la speranza che fuoriescano i nostri idoli calcistici possibilmente non doppione, c’è una lunga storia d’amore e di passione verso lo sport nazionalpopolare. Una passione, quella per le figurine, che unisce grandi e piccoli, spinti dall’amore per il calcio e dal desiderio di creare un personale archivio storico-calcistico da conservare e tramandare come un piccolo tesoro. Milioni di appassionati che ogni anno acquistano e scambiano figurine con l’intenzione, poi non sempre realizzata, di completare l’ album raccoglitore. Tutto inizia nel 1961 quando, i fratelli Benito e Giuseppe Panini, si misero in proprio ed iniziarono la stampa di piccole foto destinate a cambiare il corso del collezionismo legato al calcio. La vendita delle figurine fu un successo immediato da quindici milioni di pacchetti venduti in tutta Italia. Le bustine costavano 10 Lire. La prima figurina ad essere stampata rappresentava l’allora capitano dell’ Inter Bruno Bolchi, mentre la copertina dell’album era dedicata al mitico centravanti del Milan Nils Liedholm. Le prime figurine, e per le successive dieci edizioni, andavano pazientemente attaccate sull’ album con la colla, non avendo ancora l’ autoadesivo. L’ album Panini subiva cambiamenti tutti gli anni. Nelle prime edizioni, in fondo all’ album, vi erano sezioni speciali, “antologiche”, dedicate ad importanti avvenimenti calcistici. Nella stagione 1963/64 furono aggiunte le figurine dei calciatori militanti nelle formazioni della Serie B. Diverse aggiunte furono eseguite negli anni successivi, accrescendo sempre di più il numero di figurine. Nel 1966 ci fu l’ introduzione dei campionati di Serie C e degli scudetti delle squadre. Nel 1972  le stesse squadre di C furono rappresentate per la prima volta singolarmente in un' unica figurina che le ritraeva schierate in campo. Sempre nella stagione 1972/73 fu introdotta una grande innovazione. Le figurine divennero finalmente autoadesive. Nel 1980 fanno la loro comparsa anche le formazioni della Serie C2. Nell’ anno successivo, la pubblicità invade anche le figurine. Infatti nell’ album 1981/82  per la prima volta appaiono gli sponsor sulle maglie delle squadre. Nell’ 1986 l’ influenza dello stile americano, non risparmia le figurine. Sull’ album vengono inseriti, accanto ai nomi e ai loghi originali delle squadre, nomi e loghi fantasiosi in stile U.S.A. Per citarne qualcuno, il Torino divenne i Bulls, la Roma i Gladiators e così via. Nell’ edizione 1986/87 viene tolta la serie C2 che ricomparirà dieci anni dopo nella stagione 96/97. Nello stesso anno le figurine assumono la definitiva forma di 49X65 mm. Momento negativo per la Panini sono i primi anni 90, dovuti a problemi amministrativi. Nel 1992 viene emessa l’ edizione con meno figurine nella storia della raccolta, eccezion fatta per il primo anno di pubblicazione. La crisi, fortunatamente per gli appassionati, dura poco. Nell’ edizione 1994/95 escono fuori le mascotte fantasiose che vengono sostituite dalle caricature dei maggiori campioni presenti nel campionato, disegnate da Achille Superbi. Le caricature faranno la loro ultima comparsa nell’ edizione 2000/01. Dall’ edizione 1998/1999, sino all’ ultima di quest’ anno, la Panini ha aggiunto ogni anno sezioni speciali. Troviamo, risfogliando i vecchi album, il calcio femminile, le formazioni primavera al Torneo di Viareggio, i gol più belli, coppe europee, i pullman delle squadre. Negli ultimi anni due modifiche importanti all’album: edizione 1999/2000 prima volta per allenatori e arbitri internazionali, l’ esordio della Serie D nell’ edizione 2006/07 e, nello stesso anno, la figurina singola per i giocatori di Serie B a causa della presenza in B della Juventus. Nel 2009 esce la prima figurina con autografo originale. La prima firma è di Antonio Cassano. Nel 2010/11 esce la preziosa figurina commemorativa per i 50 anni della Panini con numero di serie 00. Tra i record-man delle figurine troviamo Paolo Maldini calciatore con più figurine stampate 24 e Francesco Totti con più apparizioni sulla copertina dell’ album 6. La maggiore curiosità per molti è sapere chi è il calciatore scelto come simbolo immortalato in quella splendida rovesciata. E bene si tratta di Carlo Parola, centrale della Juventus degli anni ’50, andato in gol con quello spettacolare gesto tecnico il 15 gennaio 1950 in un Juventus-Fiorentina.





Back to Top